Fondo Cadioli


Ilario Cremonesi
img012  vuoto  vuoto  vuoto
Scheda tecnica      

Giovanni Ferrari
img004  img041  img045  
Scheda tecnica
 Scheda tecnica  Scheda tecnica

Sante Legnani
img049      
Scheda tecnica
 

Giovanni Nascimbeni
img026 img027    
Scheda tecnica  Scheda tecnica    

Pancrazio Pasotti
img048      
Scheda tecnica      

Giuseppe Pellizza o Pelizza
img046  img051    
Scheda tecnica  Scheda tecnica    

Domenico Tirelli
img032 img033
 
   
Scheda tecnica Scheda tecnica    

Giuseppe Tonelli
img025      
Scheda tecnica      

Paolo Zandalocca
img043      
Scheda tecnica      

Luigi Zanni
img034  img035    
Scheda tecnica Scheda tecnica    

 

 

 

Fondo stampe

 


Adam Jacob

img600    
Scheda tecnica    

Adam Jean

img600    
Scheda tecnica    

Allet Charles Jean

img600 img600  
Scheda tecnica Scheda tecnica  

Aloisi Baldassare

img600    
Scheda tecnica    

Andreani Andrea

img600  img600  
Scheda tecnica  Scheda tecnica  

Aquila Francesco Faraone

img600 img600  
Scheda tecnica  Scheda tecnica  
img600 img600 img600
Scheda tecnica Scheda tecnica Scheda tecnica
img600    

Scheda tecnica

   
img600    
Scheda tecnica    
img600    
Scheda tecnica    

Aquila Pietro

img600    
Scheda tecnica    
img600    
Scheda tecnica    
img600    
Scheda tecnica    
img600 img600 img600
Scheda tecnica Scheda tecnica Scheda tecnica
img600 img600 img600
Scheda tenica Scheda tecnica Scheda tecnica
img600 img600 img600
Scheda tecnica Scheda tecnica Scheda tecnica 
img600    
Scheda tecnica    

Aubert Michel

img600    
Scheda tecnica    

Audenaerde Robert Van

img600    
Scheda tecnica    
img600 img600  
Scheda tecnica Scheda tecnica  
img600    
Scheda tecnica    

IMG 5632I dipinti dell'Accademia

Un inventario dei beni dell’Accademia steso nel 1771 – a meno di vent’anni dalla nascita della stessa – rivela la presenza, oltre a un discreto numero di marmi, di alcuni gessi e di altre opere (tra libri, stampe e disegni), di due soli dipinti: un «Ritratto di Sua Maestà in forma ovale», dotato di ricca cornice, e un «Quadro, che rappresenta il fu cavaliere Cadioli con cornice adorata a vernice». Il Ritratto di Maria Teresa d’Austria era un’opera dipinta da Giovanni Cadioli nel 1753 – destinata a essere sostituita da altra tela, di Felice Campi, del 1775 – mentre il Ritratto del Cadioli medesimo è il dipinto tuttora esistente, pessima opera del pessimo Leonardo Micheli, pittore mantovano della fine del Settecento; l’opera fu realizzata nel 1769 per Tommaso Arrigoni e da questi donata direttamente all’Accademia.
Le collezioni dell’Accademia crebbero in maniera esponenziale, sia per quanto riguarda la qualità che la quantità delle opere, nei decenni successivi. [da STEFANO L'OCCASO, I dipinti dell'Accademia Virgiliana in Palazzo Ducale LEGGI TUTTO


Hubert Maurer


 

Felice Campi

       

Domenico Fetti

 
 
 
       

Jeremias Günther

       

Lucrina Fetti

       

Giovan Battista Lampi

       

Martin Knoller

   

 

 

Sebastiano Filippi, detto il Bastianino

       

Giuseppe Bongiovanni

       

Dionisio Mancini

       

Antonio Ruggeri (?)

       

Giacomo Mosca

       

Domenico Conti Bazzani

       

Leonardo Micheli

       

Giulio Cesare Arrivabene

       

Luigi Antoldi

       

Luigi Gamba

n. 4, L. Gamba da Bassano, g. 12224        

Giacomo Fiamminchi

       

Giuseppe Razzetti (?)

       

Pietro Brombin

       

Alessandro Dal Prato

       

Anonimi

     

       

         

 

       

Salvatore Fiume

Salvatore Fiume Salvatore Fiume Salvatore Fiume
sf 04 sf 05 sf 06
sf 07 sf 08 sf 09
sf 10 sf 11 sf 12
sf 13 sf 14 sf 15

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.

Ok